Andrea Bonabello, Founding partner e CEO di Ulixes Capital Partners, è tra i talenti under 30 selezionati da Forbes Italia nella categoria Finance

19 Giugno 2024

Congratulazioni per essere stato inserito tra i 100 innovatori Under 30 più promettenti d’Italia secondo Forbes! Cosa significa per te questo riconoscimento e come pensi che influenzerà il tuo percorso professionale futuro?

È stato gratificante ma, soprattutto, ha rappresentato un’occasione per riflettere sul percorso sin qui fatto, sulle molte sfide affrontate, sui risultati ottenuti, certamente, ma anche su quelli mancati, parimenti importanti per la mia crescita professionale e umana. Riconoscimenti di questo tipo sono sicuramente uno stimolo per continuare nella direzione intrapresa con ancora più convinzione e determinazione, nonostante le difficoltà.

Che ruolo ha avuto nel tuo sviluppo professionale il tuo percorso di studi alla Luiss? In che modo la formazione ricevuta e le esperienze vissute hanno contribuito al tuo successo attuale?

Il percorso in Luiss ha contribuito a formare in me uno spiccato spirito imprenditoriale, mi ha fornito gli strumenti accademici che si sono rivelati necessari per affrontare le sfide della mia successiva attività professionale, mi ha permesso di viaggiare (Erasmus in Germania prima e Double Degree in Cina poi) e quindi ampliare i miei orizzonti e accrescere la mia curiosità per il nuovo e il diverso. Mi ha infine consentito di allargare il mio network relazionale personale che, in diversi casi, è diventato poi anche network professionale.

Molti giovani spesso si sentono persi o incerti riguardo al proprio futuro professionale. Quali consigli daresti loro per orientarsi nel mondo del lavoro e raggiungere i propri obiettivi?

 Il mio consiglio è di non aver paura di seguire il proprio istinto e le proprie passioni anche se queste comportano l’assunzione di rischi e il perseguire scelte non convenzionali. Non esistono percorsi di carriera “perfetti” o “canonici”, non siate collezionisti di nomi di aziende blasonate nei vostri curricula, quanto piuttosto di esperienze funzionali a raggiungere i vostri obiettivi. Circondatevi di persone stimolanti e disposte a condividere le proprie conoscenze e la propria esperienza, non gelose del proprio ruolo e del proprio status e spaventate dalla concorrenza. Ricercate luoghi di lavoro in cui la meritocrazia è realmente un valore fondante delle scelte aziendali e non una frase vuota inserita nelle job description. Infine, non abbiate paura del fallimento, è proprio di chi fa e non di chi sta seduto a guardare che le cose accadano.

Guardando al tuo percorso, quali sono state le sfide principali che hai dovuto affrontare e come sei riuscito a superarle? Quali strategie o atteggiamenti si sono rivelati fondamentali per il tuo successo?

Tra le molte sfide che ho dovuto affrontare in questi anni, la più grande - ad oggi - è stata gestire il complicato rapporto che si era instaurato con un investitore che pensavo fosse anche un mentore, ma che si è rivelato tutt’altro purtroppo. Ci sono stati momenti molto tesi in cui a rischio c’era la continuità aziendale, minacciata da rilevanti stalli decisionali e da una crescente e profonda demotivazione delle figure chiave del progetto. La perseveranza, la pazienza e la determinazione sono state le virtù rivelatesi fondamentali per superare la situazione d'impasse. Questa vicenda, nonostante tutto molto istruttiva, purtroppo non è un caso isolato nel settore del Venture Capital in Italia. La progressiva maturazione dell’ecosistema così come la diffusione di best practices internazionali sta contribuendo a creare un ambiente più consapevole dei rischi e delle opportunità connesse al fare impresa, delle tutele e dei vincoli contrattuali e delle leve disponibili per imprenditori e investitori per prevenire e/o gestire al meglio simili circostanze.

Il riconoscimento di Forbes è un traguardo importante, ma sicuramente ci sono stati altri momenti chiave prima di arrivare a questo. Potresti raccontarci un episodio significativo che ha segnato una svolta importante nel tuo percorso professionale?

A meno di trent’anni posso ritenermi soddisfatto di quanto sin ora realizzato. Ho co-fondato e venduto in meno di sei anni BizPlace, la mia prima azienda in ambito financial advisory, ho lanciato Ulixes Capital Partners, una holding di investimento che, in quattro anni, ha investito più di 4 milioni in 25 startup early stage. Ho seguito direttamente la quotazione in Borsa di Execus S.p.A., società martech di cui oggi rivesto il ruolo di CFO e che nei successivi mesi ha acquisito altre due società del settore divenendo un gruppo da oltre 5 milioni di ricavi e 1,2 milioni di EBITDA. Ho supportato dozzine di imprenditori in decine di operazioni straordinarie con investitori di equity e di debito, privati e istituzionali. Gestito numerosi deal di M&A sia sell side che buy side, redatto e fatto challenge a centinaia di business plan, analizzato migliaia di aziende. Difficile identificare un solo episodio tra questi che abbia rappresentato una svolta nel mio percorso professionale, ciascuno ha infatti contribuito a rendermi ciò che sono e a caratterizzare la mia storia lavorativa.

Ultime News

28 Giugno 2024

Intervista con Nicola Vernola, il più giovane avvocato d’Italia

19 Giugno 2024

Andrea Bonabello, Founding partner e CEO di Ulixes Capital Partners, è tra i talenti under 30 selezionati da Forbes Italia nella categoria Finance

19 Giugno 2024

L’Alumnus Riccardo Vanelli, Investment Associate presso Italian Angels for Growth, è tra i giovani under 30 premiati da Forbes Italia nella categoria Finance

19 Giugno 2024

Intervista ad Alberto De Angelis, COO e CMO del Gruppo Paideia & Mater Dei, premiato da Forbes Italia Under 30 per la categoria Media & Marketing